Storia Stravicenza

LA STRAVICENZA: UN’AVVENTURA CHE INIZIA NEL 1999

Oltre 10.000 le persone che hanno partecipato alla StrAVicenza nel marzo 2012 l’edizione dei record. Un risultato straordinario per una città che conta poco più di 100.000 abitanti.
Il segreto di tale successo va ricercato in molti anni di intenso lavoro durante i quali Atletica Vicentina ha fatto sbocciare l’evento crescendo essa stessa come sodalizio deputato alla pratica dell’atletica leggera diventando nel 2012 la seconda forza dell’atletica nazionale.
Nel 2013 StrAVicenza entra a far parte del circuito Vicentia Running che riunisce le principali manifestazioni podistiche del vicentino.

L’idea della StraVicenza nasce dalla volontà di Atletica Vicentina di riproporre nel panorama degli eventi podistici nazionali una manifestazione di peso, in grado di generare immagine e visibilità alla città di Vicenza.
L’ultimo precedente dove la città berica aveva tentato di imporre una propria presenza era stato in occasione dalla “Vicenza-Vicenza”. Manifestazione che vedeva particolarmente impegnato il campione olimpico di maratona Gelindo Bordin. Si era agli inizi degli anni novanta ma dopo alcune edizioni il progetto si esaurì. Nel passato si ricorda anche “la doppia traversata di Vicenza” ma alla fine degli anni novanta non esisteva una manifestazione podistica d’impatto generale che vedesse protagonista Vicenza.
Nel frattempo molte altre realtà, sia regionali sia nazionali, aumentavano il numero e lo spessore degli appuntamenti legati alla corsa. In alcuni ambienti si è capitato il loro valore anche dal punto di vista economico e commerciale perché tali eventi sono diventati forieri d’indotti importanti per le comunità (turismo podistico-sportivo). Questo ha spinto anche le Amministrazioni a sostenere logisticamente e a finanziare gli organizzatori anche in funzione del ritorno d’immagine che le città potevano trarne.

Nel 1999 alcuni dirigenti di Atletica Vicentina iniziarono a coltivare il sogno di creare un avvenimento destinato, nell’arco di alcuni anni, a portare Vicenza a competere dignitosamente con i maggiori eventi del calendario nazionale. Esclusa sin dall’inizio l’idea della Maratona, che richiede per raggiungere livelli di prestigio investimenti e capacità d’altissimo profilo, ci si è concentrati sulla distanza dei 10 km che oggi caratterizza e distingue la StrAVicenza.

In questi anni i partecipanti hanno manifestato a più riprese il loro apprezzamento per il percorso scelto. Vicenza offre dei luoghi di straordinaria bellezza e sin dall’inizio si è lavorato per realizzare un tracciato che ponesse in evidenza proprio i punti più caratteristici della città. La partenza e l’arrivo si svolgevano fino al 2009 nella splendida cornice di Piazza dei Signori.. Con l’edizione 2003 sono state inglobate le principali aree verdi: Campo Marzio, Parco Querini e i Giardini salvi. Oltre 3 km del circuito si svolgono nei polmoni della città. Dal 2005 il Comune di Vicenza ha deciso di promuovere l’iniziativa “domenica ecologica” in occasione della StrAVicenza: un riconoscimento implicito al valore della manifestazione eletta a simbolo della “domenica senz’auto”.

Nel 2006 la StrAVicenza aveva già superato la quota dei 4.000 partecipanti e per Atletica Vicentina rappresenta il principale contatto con la comunità berica che rappresenta nell’attività agonistica con il ruolo di terza forza dell’atletica nazionale.

Il progetto Scuole Elementari e Palestre
La StraVicenza, grazie alla collaborazione instaurata con il Centro Servizi Amministrativi (l’ex Provveditorato agli Studi), si proporrà anche al mondo della Scuola ed in particolare alle Scuole elementari della Città e dei Comuni limitrofi per le quali, grazie alla partecipazione de “La Centrale del Latte di Vicenza” saranno posti in palio 5 buoni (da 500 a 200 Euro) spendibili in materiale sportivo in base al numero di partecipanti. Le insegnanti delle Scuole vincitrici (le prime sette per numero di iscritti all’evento tra alunni, familiari, insegnanti e simpatizzanti) avranno quindi la possibilità di recarsi presso un negozio sportivo cittadino per acquistare il materiale di cui concretamente necessitano. Un’occasione molto apprezzata da tutti gli Istituti perché la disponibilità di materiale scarseggia costantemente. 1.600 le iscrizioni pervenute da questa iniziativa nel 2005.
Per le Palestre della Provincia di Vicenza sarà riproposta una specifica competizione dove saranno premiate le tre più numerose.

Nel 2008 l’abbinamento con il Cinquecentenario del Palladio e la collaborazione con RCS Sport
Nel 2008 la StrAVicenza è stata ribattezzata “StrAVicenza del Palladio” in occasione dei festeggiamenti dei 500 anni dalla nascita di Andrea Palladio, il sommo architetto che regalò al capolouogo berico straordinarie opere che fanno di Vicenza patrimonio mondiale tutelato dall’Unesco: il Teatro Olimpico, la Basilica Palladiana e la Rotonda solo per citare alcuni significativi esempi.
Nel 2008 StrAVicenza è stata inoltre la prima e più partecipata tappa di “Gazzetta Run”, il circuito di corse più importante d’Italia organizzato da RCS Sport.

Nel 2010 lo spostamento a Campo Marzo
La tumultuosa crescita dei partecipanti ha portato il Comune di Vicenza a chiedere ad Atletica Vicentina di spostare il cuore dell’evento da Piazza dei Signori a Campo Marzo. Il salotto buono della città era ormai incapace di contenere un numero di persone così ampio e quindi la decima edizione ha battezzato la nuova sede di partenza/arrivo ed il nuovo percorso.
Con l’edizione 2011 si sono migliorati i servizi logistici imposti dalla nuova sede di Campo Marzo e l’evento ha poi superato quota 10.000 iscritti nel 2012.

La nascita della Mezza Maratona nel 2014
Atletica Vicentina nel 2014 ha varato il progetto della Mezza Maratona di Vicenza che si è corsa per la prima edizione il 21 settembre dello stesso anno. La manifestazione è cresciuta di livello raggiungendo il Calendario Nazionale Fidal già nel 2015. Nel 2017 l’evento si chiamerà “StrAVicenza 21” per distinguerla da quella tradizionale di marzo che prenderà il nome “StrAVicenza 10” per restare legata alla distanza dei 10 km.